PROLOCO SANT'ARPINO

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Menu principale:


I Casatielli da guinness

SAGRA DEL CASATIELLO

   

E:\CopiaSito\images\casatiello_guinnes.jpg
Error File Open Error

Casatiello da guinness dei primati: 380 kg


I numeri dell’impresa del 1993 (II sagra)


Ingrediente Quantità
Pasta di pane kg 100,5
Sugna kg 25,0
Pepe kg 0,5
Salame Napoli kg 9,2
Pancetta kg 4,2
Provolone Auricchio kg 9,2
Formaggio romano kg 9,6
Misto galbanino e romano Kg 8,6
Uova di papera kg 3,4 (17 uova)
Uova di gallina kg 2,4 (36 uova)
Peso totale dell’impasto kg 172,6
Peso reale dopo la cottura kg 166
Lunghezza ciambella cm 238
Larghezza ciambella cm 182
Spessore ciambella cm 60
Altezza impasto cm 10
Circonferenza esterna cm 700
Circonferenza interna cm 310

E:\CopiaSito\images\p022_0_01_01.jpg
Error File Open Error

E:\CopiaSito\images\p022_0_01_02.jpg
Error File Open Error

E:\CopiaSito\slideshow\p080_0_5.jpg
Error File Open Error

Maxi Casatiello XIV Sagra 2005

   


Il Casatiello più grande del mondo

Storia di un record originalissimo

La Sagra del casatiello è un momento di festa e di ritrovo, dove la coreografia è una componente non marginale. E proprio per la cura degli aspetti coreografici si è pensato di stimolare i panificatori locali a cimentarsi nel confezionamento di casatielli giganti. A partire dalla sagra del 1993, pertanto, i visitatori hanno avuto modo di vedere e gustare casatielli di notevole dimensione. C’è da dire, comunque, che per preparare un impasto di grandi dimensioni non basta aumentare banalmente la quantità dei singoli ingredienti, ma è importante curare opportunamente la forma dell’impasto e soprattutto la cottura. Per una buona cottura, che incide notevolmente sulla qualità del casatiello, l’impasto deposto nella teglia non deve superare un certo spessore e nello stesso tempo la forma complessiva della teglia ( che viene fatta forgiare appositamente dal fabbro) non può avere dimensioni superiori a quelle consentite dalla misura del forno. Il lavoro dei panettieri,quindi,non è molto semplice. Nel 1993 i panettieri del “Biscottificio Petrone” di Sant’Arpino avviarono la sfida confezionando un casatiello del peso, dopo la cottura di ben 166 chilogrammi. Nel 1994 furono confezionati 2 casatielli giganti ed al “Biscottificio Petrone”, sempre molto vicino all’organizzazione della sagra, si oppose il panificio “Il Fornaretto” di Sant’antimo, in collaborazione con i proprietari del Mini Market dei fratelli Cinquegrana di Sant’Arpino, che si aggiudicarono la sfida confezionando un casatiello di ben 380 chilogrammi. Nel 1995 nessuno si cimentò nell’impresa, ma ne 1996 e nel 1997 il “Biscottificio Petrone”ha riportato in piazza il maxi casatiello,che anche senza il record è diventato un po’ il simbolo della sagra. Anche quest’anno Paolo Petrone farà campeggiare nel centro della piazza il suo casatiello gigante e…,chissà se ci farà la sorpresa di battere il record del 1994?

IndietroPlayAvanti

HOME PAGE | PRO LOCO | NOTE STORICHE DI SANT'ARPINO | SAGRA DEL CASATIELLO | CARNEVALE ATELLANO | ATELLA JAZZ | LA TRADIZIONE DELLA CANAPA | FESTA DEL SORRISO "AMEDEO D'ANNA" | PINACOTECA | RASSEGNA LETTERARIA | CULTURA | IL TENENTE MACRI' | RASSEGNA STAMPA | Link Utili | News | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu