PROLOCO SANT'ARPINO

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Menu principale:


Madonna della lettera Macrì

RASSEGNA LETTERARIA

Una Madonna della Lettera a Sant'Arpino
il Tenente Giuseppe Macrì da Messina a Sant'Arpino

Il recupero e la valorizzazione delle radici culturali sono gli obiettivi che la Pro Loco di Sant’Arpino si è posta fin dalla sua nascita. Questa attività, svolta con passione e sacrificio nel corso di questi venticinque anni, spesso ha portato ad ulteriori arricchimenti e conoscenze del nostro già vasto patrimonio culturale.
Tra i tanti obiettivi centrati figura anche il recupero dell’edicola votiva della “Madonna della Lettera”, edificata per volere del tenente Macrì su una facciata laterale del palazzo ducale.
Il restauro di questa edicola ci ha consentito di conoscere il professore Ugo Verzì Borgese che dalla Calabria ci ha scritto a seguito della lettura di una nostra pubblicazione sul tema. Ebbene questo vulcanico e competente appassionato di ricerche di storia locale, mosso come noi da sana passione e voglia di conoscere, è riuscito a mettere insieme altri tasselli nella ricostruzione della vita di Giuseppe Macrì. Enigmatico e straordinario personaggio quest’ultimo, che tanto ha dato al nostro comune, contribuendo di fatto ad aggiungere nuovi e preziosi elementi al nostro millenario patrimonio culturale.
Ugo Verzi’ Borgese, docente di lettere, appassionato di storia e archeologia e letterato, profondo conoscitore di tutte le opere raffiguranti la Madonna protettrice di Messina, intrigato anche egli dalla storia da noi raccontata nella pubblicazione, ha scritto il lavoro che vi accingete a leggere. In esso emergono sia certezze documentali che emanano una luce nuova sulla figura del tenente Macrì, che ipotesi nuove su questa stupenda edicola votiva che conserva ancora misteriosi ed enigmatici interrogativi che rendono più intrigante tutta la vicenda.
Noi della Pro Loco abbiamo fornito documentazioni e notizie che erano in nostro possesso e che il dinamico professore continuamente ci richiedeva. Un lavoro grosso di approfondimento è stato poi svolto con certosina cura dall’autore dell’opera che non ha lesinato sforzi pur di aggiungere ulteriori notizie a quelle lacunose in nostro possesso.
Mi sia consentito dunque ringraziare pubblicamente a nome mio e dell’intera associazione il professore Ugo Verzì Borgese per la entusiasta e voluminosa opera fornita al patrimonio culturale santarpinese.


F:\PROLOCOSANTARPINO\Cultura\Madonna della lettera\avanti_p.jpg
Error File Open Error

Mi preme altresì esprimere gratitudine all’Amministrazione Comunale di Sant’Arpino nelle persone del Sindaco Eugenio Di Santo e degli assessori Giuseppe Lettera ed Elpidio Iorio che fin dall’inizio hanno creduto e sostenuto il nostro progetto di recupero dell’edicola di via Piave che altrimenti sarebbe stata cancellata totalmente dall’incuria e dal tempo.
In conclusione, ma non per ultimo, un ringraziamento a Giuseppe Dell’Aversana, presidente onorario della Pro Loco che con la sua notoria passione ha collaborato attivamente alla riuscita di questa importantissima iniziativa.

Sant’Arpino, 6 Novembre 2009

Il Presidente della Pro Loco
Aldo Pezzella

HOME PAGE | PRO LOCO | NOTE STORICHE DI SANT'ARPINO | SAGRA DEL CASATIELLO | CARNEVALE ATELLANO | ATELLA JAZZ | LA TRADIZIONE DELLA CANAPA | FESTA DEL SORRISO "AMEDEO D'ANNA" | PINACOTECA | RASSEGNA LETTERARIA | CULTURA | IL TENENTE MACRI' | RASSEGNA STAMPA | Link Utili | News | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu